Castegnero


How to get there: drive down statale 247 Riviera Berica road 14 km south of Vicenza. Panoramic tour: from Monte Berico in Vicenza drive down provinciale Dorsale dei Berici road, turn left to Nanto, at Nanto's old church turn left to Castegnero(20.6 km).

Villa Maffei Costalunga

The 15th century building was deeply modified during the centuries, especially in the 17th century when a rusticated porch with a central corinthian-columned arch was added. In 1652 the Chapel of Mary's Assumption was built, where we can see a statue by Angelo Marinali.
On the east side of the garden we can see what in the 17th century was a watermill, and is now the cellar where the Costalungas, the present owners, keep and sell the wines produced by Azienda Agricola Costalunga.

Via Fontana Fozze, 45

Nanto's old parish church

Even if it is now in Castegnero's territory, Mary's Church used to be nanto's Parish church until the end of the 19th century, when a new church closer to the town was built.
The building, of which we first read in a 1297 document, when it belonged to the canons of Vicenza's cathedral, is rectangular with its apse pointing east. The hut-shaped facade opens with a late 15th- early 16th century Berica Stone gate. The southern side gate is also very interestingly decorated.
An inscription of 1492 tells us the the committent of this works of art was Giovanni Pietro dei Luciferi of Parma, archpriest in Nanto from 1470 to 1509.
Inside we can still see a 1479 fresco of the killing of S. Simonino of Trento, an extremely rare theme in Vicenza.
In the chancel we can also see some interesting remnants of frescoes, whose author may be Michelino da Besozzo.

Via Chiesa Vecchia

St.George's Parish Church

La chiesa, attestata già nel XIII secolo, fu ricostruita nel '400 e restaurata nel XIX secolo. In essa sono conservati otto tele che un tempo si trovavano nell'oratorio del Rosario in S. Corona. Due di queste, l'Annunciazione e l'incoronazione della Madonna, sono attribuite al Carpioni, mentre la paternità delle altre resta dubbia. Interessante è anche la pala dell’altar maggiore dipinta da Cristoforo Menarola nel 1729, come si attesta nell'iscrizione in calce. La chiesa conserva anche un prezioso basamento di età romana, un tempo murato sulla parete della chiesa, nella quale si legge la seguente iscrizione: FORTUNAI SATRIA Q(uinti) F(ilia) PROCULA V(otum) S(olvit) L(ibens) M(erito).
Su questa testimonianza gli storici si sono basati per affermare che anticamente qui sorgeva un tempio dedicato alla dea Fortuna alla quale Satria figlia di Quinto, per assolvere ad un voto, donò probabilmente una statua, di cui questo è il basamento. Le fonti storiche c'informano inoltre che anticamente sorgeva in questo luogo il castello di Castegnero di cui forse restano alcune tracce nel campanile. Molto interessante, infatti, è l'iscrizione in una lapide murata alla base del campanile, in cui sono riportate due date con una diversa grafia: nella prima si legge la data 1139, mentre nella seconda la data 1154.

Villa Villavecchia, 1

Covolo murato di Castegnero

L’imboccatura della grotta è chiusa da un muro che consente l'ingresso alla cavità. Nella parte interna il piano di calpestio è stato livellato e vi sono stati ricavati alcuni gradini scolpiti nella roccia.

Villa Bonomo Carretta

Costruita verso il 1760 su progetto di Enea Arnaldi, la villa appare come una manifestazione del neoclassicismo vicentino che s'ispira ai modelli palladiani. L'architettura è purtroppo appesantita da restauri e ampliamenti eseguiti nella seconda metà del secolo scorso.

Via Veneto

Villa Clementi

Il complesso architettonico è costituito da alcuni edifici in parte edificati nel XVII secolo. Il corpo centrale fu comunque restaurato ed abbellito all'inizio dei '700 e divenne la casa padronale di campagna della famiglia Clementi, che da qui poteva amministrare le estese proprietà agricole.

Via Roma

Villa Sermondi con oratorio

Il corpo padronale della villa è diviso in due parti, più chiusa una mentre l'altra si apre in un'elegante loggia a cinque intercolumni. Il complesso comprende anche una cappella dedicata alla S. Trinità, costruita nel 1738. Visitabile solo all'esterno.

Villa Maffei Costalunga Antica parrocchiale di Nanto Villa Bonomo Carretta